Assieme si vede meglio !

lire ici en français

Buongiorno,
Sono Moise A. Tchapo, responsabile dell’Associazione FON.T.ES, Fondation Terre d’Esperance, operativa in Togo sin dal 2010 con progetti di integrazione per non vedenti e ipovedenti.
Vi sto scrivendo per proporVi di collaborare alla creazione di un centro oftalmologico a Assikor / Zanguéra, 25 km di Lomé, che ha come scopo primario la prevenzione della cecità e delle malattie infettive che portano a tale condizione.

Essere ciechi in Togo. Quest’idea è nata a seguito di una mia esperienza personale. Nel 2007,infatti, ho perso la vista per tre anni, a causa di un’emorragia al nervo ottico, vivendo sulla mia pelle le conseguenze di questa malattia. La cecità in Togo è vissuta come una maledizione da parte di Dio. Un cieco è una persona da evitare, da nascondere. Dunque è una condizione che viene rifiutata sia da chi la vive, sia da chi la vede.

La piccola Loucadie. La mia, dopotutto, è una storia fortunata, perché dopo aver bussato a mille porte e superato molti ostacoli, sono riuscito a trovare delle persone che mi hanno aiutato. Sono stato operato con successo in Germania e ho ricominciato a vedere il mondo con i miei occhi. Purtroppo non posso dire lo stesso della piccola Loucadie, bambina di 12 anni morta il 15 giugno 2015 a causa di un tracoma che l’aveva colpita nel dicembre 2014. Sarebbero bastati sette euro per curarla. Ma questi soldi, la famiglia di Loucade non li aveva.

Mawusse e le sue figlie. Una fine tragica è toccata anche a Mawusse, già vedova da otto anni, che si è suicidata nel marzo 2015 insieme alle due figlie, entrambe cieche. Non ha retto le discriminazioni, l’isolamento della sua condizione, l’accusa di essere lei stessa la responsabile della malattia delle figlie e della morte del marito. Così è arrivata a prendere questa tragica scelta.

Perché sostenere il progetto? Purtroppo, storie come quella di Loucade e di Mawusse fanno parte della quotidianità di molte famiglie africane. Ed è per questo che FON.T.ES ha deciso di creare un centro oftalmologico di qualità, in grado di offrire controlli medici e cure adeguate, educazione e sostegno, a chi non può permettersi di versare quei sette euro che avrebbero potuto salvare la vita a Loucade e a chi, come Mawusse, non ha più la forza per continuare il suo percorso.

Come sostenere il progetto? FON. T.ES è alla ricerca di aiuti finanziari soprattutto per la costruzione fisica della struttura sanitaria e di altre forme di aiuto e sostegno per poterla avviare. All »interno del documento troverete un’analisi approfondita e dettagliata del progetto e della sua realizzazione comprensiva di costi e tempi di realizzazione stimati, obiettivi specifici e sistemi di monitoraggio, descrizione dell’infrastruttura e organigramma del personale qualificato.,
Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrete porre nella lettura e nell’analisi di questo progetto. Resto a disposizione per chiarimenti e per un eventuale incontro presso la VS associazione.

Cordiali Saluti

Moise A. Tchapo Responsabile di FON.T.ES-TOGO Coordinatore di PINV-LOME Rappresentante del Gruppo San Francesco d’Assisi-ITALIA

Ce contenu a été publié dans Non classé. Vous pouvez le mettre en favoris avec ce permalien.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *